giovedì 29 settembre 2016

OPERA D'ARTE IN VERTICALE "VIA GRAZIELLA" TORRIONE MAGNAGHI MERIDIONALE


OPERA VERTICALE
A volte le parole non servono, dopo anni di passione verticale, dopo averle salite e ripetute diverse volte, riesco ancora ad essere rapito da tanta bellezza ... la bellezza è roccia sana e roccia friabile, roccia calda e roccia fredda, la bellezza è la fortuna di potere andare e vivere giornate tra guglie, pareti e creste.
Sopra casa ho quello che voglio quando non voglio fare chilometri, torri e sentieri di ogni genere e un nome bellissimo ... Grignetta!
I Magnaghi sono il mio angolo preferito, linee fantastiche ricche di storia e amore.
La logica della "Graziella" ha pochi uguali, la roccia della "Graziella" non ha uguali!
Mi piacerebbe consigliarla a chi, non è mai venuto tra le Grigne ...

AVVICINAMENTO:
Della classica cresta Cermenati raggiungibile dai Piani dei Resinelli lungo la strada per il Rifugio Porta sino al primo bivio con cartello indicatore per i torrioni Magnaghi, si continua a camminare in piano per un lungo traverso fino ad arrivare ad incontrare il canalone Porta che si risale fino alla base della parete ovest sotto un evidente camino rampa da destra verso sinistra, alla base una catena con vernice rossa.

1° tiro: Salire il camino, e la seguente rampa sino alla sosta posta sotto un bel diedro. (30m V+)
2° tiro: In verticale nel diedro, e giunti sotto uno strapiombino lo si supera sostando alla sua destra. (35m V+)
3° tiro: Dritti per placche sino a uno strapiombino oltre al quale si sosta sulla destra. (35m V)
4° tiro: Dalla sosta si procede in verticale fino ad uscire in cresta (35m IV)


Discesa: Ci sono diverse possibilità di discesa ...ma visto che la roccia è talmente bella, perché non concatenarla con un altra linea sul Settentrionale (Terzo Magnaghi)







BUONE ARRAMPICATE

domenica 11 settembre 2016

TORRIONE PALMA "Spigolo della Tranquillità"


Ogni volta che arrivo in cima alla Piramide Casati non posso che soffermarmi a guardare lo spigolo Ovest della Torrione Palma. Sfogliando la vecchia guida delle Grigne intuisco la linea seguita da Carugati nel 1923 e la possibilità di salire più direttamente il bellissimo spigolo.
Quello che cerco è una salita classica su roccia solida... Quello che abbiamo trovato è una linea logica su roccia da Grigna, difficoltà contenute e ambiente isolato per questi 80 metri ora ben protetti e adatti ad allungare la giornata al ritorno da una via sulla Casati o in discesa dalla famosa Cassin allo stesso Palma.


Avvicinamento: Dal Rifugio Rosalba si segue il sentiero Cecilia fino ad incrociare la traccia di discesa utilizzata per il rientro dalle vie alla Piramide Casati e Torrione Palma. Salire fino alla forcella che divide il Torrione Palma dalla Civetta e, utilizzando la prima calata  (vecchio avvicinamento alla Cassin al Palma) si scende per 25 metri passando sotto l'enorme masso incastrato.

L'attacco è nell'evidente diedro  fessura a prima vista repulsivo (non scoraggiatevi) .
Diedro d'attacco
1: Salire verticalmente l'ombroso diedro fessura  e tenendo la fessura di desta ( chiodi) si giunge sul ballatoio della prima sosta.  40 metri 4+

2: Dalla sosta spostarsi a destra un metro, rimontare la placca grigia ( a dx un evidente pilastro non va preso a calci) e verticalmente fino alla sosta due.  15 metri  3+


3: Verticalmente per roccia favolosa  obliquando leggermente verso destra puntando al diedro fessura d'uscita.  25 metri 4+  1fix in cima









La linea è completamente attrezzata (13 chiodi e 4 clessidre cordonate) utili ma non indispensabili friend medi. Anche le soste sono attrezzate.


11 Settembre 2016  Federica e Ivo

 Buon divertimento.