domenica 9 ottobre 2016

AL DI LA' DI QUEL CHE HO, NON VORREI AVERE NIENTE


"Al di là di quel che ho, non vorrei avere niente", questa breve frase si è materializzata nel mio piccolo cervello mentre me ne stavo seduto sulla cima, pochi minuti dopo essere uscito dalla "prima volta ai Magnaghi" con mio figlio.
Responsabilità: un termine a volte usato per scaricare un determinato peso. Responsabilità, la si impara fin da piccoli ...



Dario mi ha chiesto di portarlo su di una bella Torre e, quale occasione migliore per salire la linea più bella di tutte le Grigne: la "Normale" al Terzo Magnaghi... clessidre e appigli a volontà, roccia da favola e verticalità giusta.
La logistica è compito della Mamma ...
Ci incamminiamo verso i Magnaghi dopo una bella colazione riempi stomaco. La giornata è tipicamente "uguale" ... quassù, nebbia, caldo e umidità.
Dario sale tranquillo, riempiendo ulteriormente il mio zaino di "minerali" che chiama in svariati modi. L'età della conoscenza e della scoperta è per molti una fortuna ...
Federica davanti, il Piccolo in mezzo ed io.... passo dopo passo raggiungiamo l'inizio della meravigliosa "normale". Fuori tutto dallo zaino. Su tutto quel che abbiamo, l'estate è da poco finita, ma l'autunno si sente già!
Salgo con la tranquillità che può avere un padre cosciente di avere dall'altra parte della corda legato il proprio figlio, ma rinfrancato  dal fatto che la Mamma segua controllando tutto.
Dario sale, nel mezzo, sembra non fare fatica, tira con le sue piccole braccia appigli solidi, ride e parla, parla in continuazione, tanto da farmi credere che abbia preso dalla Suocera!
La felicità la leggo nei suoi occhi.
"Tira la corda, papà, recupera anche la Mamma".
Ad ogni metro scopre qualcosa di nuovo, cose ovviamente che io non vedo, come assuefatto dal tempo, dalla conoscenza o dal credere di conoscere.
La cima è sempre l'apice della gioia e  due enormi panini imbottiti con il salame finiscono velocemente tra i suoi denti, mentre noi ci consoliamo con l'aroma nell'aria.
La vetta della Grignetta è d'obbligo e oltre la nebbia c'è il sole ...
Qualche foto accanto alla "navicella spaziale" che ora non vola più (ma presto, si spera, verrà ristrutturata) e simile ad un camoscio LUI, e a due Stoccafissi, NOI, scendiamo a valle ...
Responsabilità, la si sente dentro, ma il sentirla mi rende responsabile ...










 BUONE ARRAMPICATE ...

Nessun commento:

Posta un commento