domenica 27 novembre 2016

LE VENTI E CINQUE VIE DI FEDERICA N4-5


Dopo una settimana di pioggia, l'umidità nell'aria ha risvegliato in Federica una vecchia voglia  ...

"Allora è deciso (io non ho deciso proprio un bel niente) domani andiamo alla Pietra di Bismantova?"

"Obbedisco!!!"





La sveglia è in piena notte, la sveglia è nel momento più bello e perverso del mio sogno  ...
La sveglia non mi piace!
La scelta delle vie è un semplice sms a Matteo che di Pietra se ne intende... io non ci sono mai stato.
Il consiglio è, per prendere confidenza con lo stile e la roccia della Pietra, di ripetere le classiche Oppio e Zuffa-Ruggiero.

La Nebbia ci accompagna per un po', ma io sono nato nella Nebbia e, quelli della bassa non temono la Nebbia!

Alle 8.30 siamo alla base della linea aperta da Nino Oppio: un profondo e logico camino. La roccia, arenaria, non è quella dell'Antimedale, ma nemmeno quella che "sperimentavamo" negli anni folli!!!
Mentre salgo rimango perplesso, salire in apertura una via così, essere i primi deve essere stato un bel viaggetto! Veramente avanti.





Il Sole ci tiene compagnia e la logicità del tracciato ci permette di raggiungere la piatta cima veloci. Da lì l'ampio panorama ci sorprende...bello, veramente bello.
Un comodo sentiero ci riporta alla base, dove i "monotiri" sono tutti occupati ... ma noi siam qui per ritornare sulla cima.
Zuffa-Ruggiero, roccia fantastica e ambiente rilassante.



La mattinata è corsa via veloce come le lunghezze di corda.
Ore sedici: "Papa ma dove siete stati? eravate in Grignetta?"

"Un po' più lontani, in un posto "quasi" finto, dove presto ritorneremo, anche con voi!"

Grazie a Matteo Bertolotti per il consiglio ed ... abbiamo comprato la guida, BELLA!



http://www.sassbaloss.com/pagine/uscite/bismantova7/bismantova7.htm

la Guida:




Nessun commento:

Posta un commento