martedì 6 dicembre 2016

anno 2014 OVEST GRIGNONE ...aspettando l'inverno nuovo




Una gran bella camminata, l’aria fredda che ti entra nei polmoni, il sapere di essere vicino a casa, la conoscenza dei posti e quell’orizzonte visto e rivisto centinaia di volte.
Un orizzonte assorbito nel tempo, bello e magico da guardare … quello che non ti stufi mai di vedere.
La mattina si sente nelle dita dei piedi, in quelle delle mani, sulla punta del naso e delle orecchie, la mattina è fredda ed entra nei polmoni che respirano il gelido.
Davanti a noi la bella ovest del Grignone con le sue magiche linee invernali, lingue sottili e canali pieni … Mi piace la ovest, ci vengo spesso e, a seconda del pensiero scelgo la linea che mi si addice. Oggi sono con Federica, oggi è il classico canalone ovest che ci chiama.
Con me ho la corda, con me ho la mamma dei miei figli e una regola non scritta da rispettare. La neve è buona, dura il giusto per far mordere le punte dei ramponi, il cielo ha il colore più bello. Saliamo con calma, godiamo l’istante che ha volte corre via troppo veloce per vederlo. Il Grignone e la sua parete, giornate fredde e solitarie, ventose e in compagnia, tante volte e tante gioie. Il Grignone che d’inverno si trasforma, con le sue cornici, le sue creste, i suoi pendii e quell’orizzonte sempre uguale che non mi smetterò mai di guardare.


Bello il Grignone, brava Mamma!









per saperne di più: http://www.gruppocorvi.org/



Nessun commento:

Posta un commento