giovedì 1 dicembre 2016

OMBRA INVERNALE


" ... Verso la fine di gennaio un gruppo di alpinisti cecoslovacchi capeggiati dal fortissimo Jiri Novak, si presenta al Rifugio Comici. Lasciano trapelare di voler salire la parete Nord del Sassolungo e chiedono informazioni riguardo alla via aperta da Reinhold Messner e Sepp Mayerl nel 1969. Il gestore chiama al telefono un arrampicatore della Val Gardena, sapendo che ha percorso l'estate precedente questo itinerario e chiede notizie della via.
Il 25 gennaio 1987 Jiri Novak ed i suoi compagni attaccano la parete. Allarmati dalla presenza degli alpinisti cecoslovacchi , Toni Zuech, Kurt Walde e Carlo Großrubatscher si lanciano il giorno dopo al loro inseguimento.
Novak non dispone di una relazione dettagliata della via, in più conosce la parete in modo sommario. Analogamente a come era successo agli inglesi nel 1976, anche loro sbagliano percorso, ed infilano la tetra gola che termina sulla Vedetta Pichl, collegandosi alla via per lo spigolo Nord. I tre sudtirolesi, avvantaggiati dal fatto di giocare in casa e di conoscere il tracciato, non demordono e con tre bivacchi in parete ed uno nel Bivacco poco sotto la cima, riescono a realizzare questa impresa rimarchevolissima, compiuta senza ricognizioni preliminari e resa ancor più dura dalle pessime condizioni ambientali incontrate. Il tutto senza tanti cerimoniali e senza in seguito apparire alla ribalta sulle cronache alpinistiche..."


alpinismo invernale ...VERO!

in parete

Toni Zuech
Toni Zuech
"Fautore dell'alpinismo invernale per predisposizione fisica e mentale agli ambienti freddi e severi, ha sempre realizzato le sue imprese in perfetto stile alpino e senza appoggi esterni"

Tratto da: Sassolungo le imprese e gli alpinisti
di Ivo Rabanser e Dante Colli
ZANICHELLI

Nessun commento:

Posta un commento