mercoledì 28 febbraio 2018

LA SOLITARIA DELLE SOLITARIE




Agosto 1933

La parete nord della Cima Grande di Lavaredo è stata scalata.
L’impresa è riuscita a Emilio Comici e ai fratelli ampezzani Angelo e Giuseppe Dimai, che impiegano tre giorni e due notti per vincere la parete. 
Emilio Comici descrive così la scalata
“Ci sono serviti novanta chiodi da roccia e quasi cinquanta moschettoni, quindi anche moltissima corda e moltissimo tempo, ma ce l’abbiamo fatta"
Julius Kugy gli risponde Vedi che avevo ragione a dire che la parete nord delle Tre Cime è impossibile da scalare?”. Con quest’affermazione Kugy aprì una disputa sugli ausili che l’etica dell’alpinismo permetteva di usare. Lo stile di questa prima ascensione era infatti eticamente scorretto agli occhi di molti rappresentanti dell’alpinismo classico.

Nel 1937, Comici mette a tacere tutte le inutili polemiche ripetendo la sua stessa via sulla nord della Cima Grande da solo e completamente slegato.

Non serve altro ....

Nessun commento:

Posta un commento