lunedì 25 giugno 2018

PRESENTAZIONE LIBRO


Ibs + Libraccio Lecco - via Cavour, 44

Giovedì 5 Luglio ore 21.15 presentazione di Enrico Camanni 

a Lecco


Verso un nuovo mattino. La montagna e il tramonto dell'utopia
Laterza
Nei primi anni Settanta le montagne cominciano a popolarsi di alpinisti lontani dall’immagine canonica: disprezzano il mito eroico dello scalatore duro e puro, il rito della vetta ad ogni costo. Essi creano una frattura e danno origine al movimento ribelle Il Nuovo Mattino aprono vie a cui danno nomi simbolici, ispirati dal mito dell’arrampicata californiana.
Enrico Camanni: alpinista e giornalista torinese, ha fondato il mensile Alp e collabora con La Stampa. Ha scritto numerosi libri di storia e letteratura dell’alpinismo e curato i progetti scientifici di alcuni importanti musei legati all’ambito montano. Tra i suoi volumi pubblicati per Laterza ricordiamo Alpi ribelli. Storie di montagna, resistenza e utopia (2016).


domenica 24 giugno 2018

SEGA CHE PASSIONE





Una mattinata che corre via veloce sopra il tetto di casa …. nessuno davanti e forse qualcuno dietro!
Se ti alzi presto di solito è così!

domenica 17 giugno 2018

LEGGERE FA MALE!


E' si! LEGGERE FA MALE...io leggo molto, e leggendo alimento i sogni che a volte, il più delle volte, rimangono tali, ma il bello è questo.
NON LEGGETE PIU I LIBRI ….FA MALE!!!
Questi sono i libri che mi hanno fatto più male in questo ultimo anno …. FELICE DI SENTIRE MALE.
VE LI CONSIGLIO.
Leggere fa male, ma guarisce dal rincoglionimento da internet.







sabato 16 giugno 2018

6X2


La Fede si è intrippata dell'aria , io la seguo, il resto sono giornate in sintonia … Giordani e Vincent traversata.




domenica 10 giugno 2018

CLASSICO E BELLO .. tra certezze e incertezze



Magari non è sempre vero che l'alpinismo di stampo classico sia per forza bello, le certezze sono solo come tutto del resto, invenzioni umane o di chi ha saputo inventare. Io personalmente, ho imparato nel corso degli anni ad adeguarmi alle certezze e all'incertezze... scalo perché mi piace, cammino perché mi piace,  e tra certezze e incertezze vivo il tempo. Oggi sono andato ad arrampicare con Federica semplicemente perché non sapevo cosa fare, poi magari domani pianto lì...  intanto mi diverto, classico è bello, ma magari no!